La normativa sul Primo Soccorso in Azienda a livello nazionale ha come punto di riferimento il Decreto del 15 luglio n.388.
A livello regionale vengono poi emanati decreti o indicazioni necessari per la tutela della salute sui luoghi di lavoro.

Decreto 15 luglio 388

Il Decreto innanzitutto classifica le aziende in tre tipologie (Gruppo A, B e C) tenendo conto dell’attività svolta, del numero dei lavoratori e dei fattori di rischio.
Gli obblighi del datore per quanto riguarda il Primo soccorso in azienda variano in conseguenza dell’appartenenza dell’Azienda ad un Gruppo piuttosto che a un altro.

Per esempio, nelle aziende o unità produttive di gruppo A e di gruppo B, il datore di lavoro deve garantire le seguenti attrezzature:
a) cassetta di pronto soccorso, tenuta presso ciascun luogo di lavoro, adeguatamente custodita in un luogo facilmente accessibile ed individuabile con segnaletica appropriata, contenente la dotazione minima indicata nell’allegato 1, che fa parte del presente decreto, da integrare sulla base dei rischi presenti nei luoghi di lavoro e su indicazione del medico competente, ove previsto, e del sistema di emergenza sanitaria del Servizio Sanitario Nazionale, e della quale sia costantemente assicurata, la completezza ed il corretto stato d’uso dei presidi ivi contenuti;
b) un mezzo di comunicazione idoneo ad attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale.

Normativa Regione Lombardia

Oltre alla Normativa nazionale la Regione Lombardia ha emanato alcuni Decreti volti proprio a promuovere la salute sul lavoro con riguardo alla valutazione dei rischi e agli interventi preventivi di soccorso.